Il portale di riferimento sulla melagrana

E’ importante ricordare che la melagrana, oltre ai principi di base contenuti in molti frutti quali vitamine, energetici e sali minerali, contiene livelli molto alti di antiossidanti e principi benefici per prevenire patologie influenzali, cancerogene e metaboliche.

Il succo di questo frutto viene ricavato attraverso l’apposito spremitore di melograni, differente dai comuni spremiagrumi poichè fornito di leva e un contenitore che impedisce la fuoriuscita del succo. Così facendo si ricava una bevanda gustosa e rinfrescante, pronta da gustare in ogni momento della giornata.
Se il succo non viene consumato al momento della spremitura, può essere conservato in frigorifero per massimo 1/2 giorni, poichè essendo interamente naturale diventerebbe troppo acido, oppure può essere congelato per essere consumato in un secondo momento.
Oltre ad essere un’ottima bevanda, il succo di melagrana può essere utilizzato in cucina come ingrediente di base per gelati, dessert, ghiaccioli e granite, ma anche per pietanze principali come antipasti, primi e secondi.

Dose e valori nutrizionali
La dose media di consumo del succo di melagrana è compresa tra i 200 e i 300 ml di prodotto, il quale corrisponde a circa 100 – 150 kcal.
Il melograno risulta quasi privo di fibre, totalmente privo di colesterolo, ma molto ricco di acqua, non ha livelli elevati di sali minerali, se non di potassio. Nel prodotto appena spremuto, risultano invece molto attivi gli antiossidanti fenolici.

Il valore aggiunto della melagrana è il fatto che può essere consumato in qualunque regime alimentare, compresi quello vegano, crudista e vegetariano, e soprattutto, in diete contro l’ipercolesterolomia, diete per intolleranti al lattosio e al glutine.



Dallo shop iMelo


Pin It on Pinterest