Cominciamo oggi una panoramica delle diverse varietà di melograno.
Ne analizzeremo i vari aspetti, concentrandoci in particolare sui frutti, la parte che a noi di iMelo interessa di più ;-).

Wonderful: la varietà più coltivata al mondo

Ci sembra scontato partire dalla melagrana Wonderful. Questa varietà di origine americana è la più nota e la più coltivata al mondo, grazie al fatto che è molto produttiva, costante negli anni e che si presta benissimo alle coltivazioni intensive.

Come tutte le varietà di melograno, anche la Wonderful soffre le temperature basse, con danni irreparabili se esse scendono oltre i 10 gradi sotto zero. D'altro canto non richiede terreni particolari, anzi, si adatta anche a quelli più poveri.

La pianta può assumere portamento sia cespuglioso che arbustivo.

Questa varietà di melograno fiorisce a maggio (i fiori rosso-arancio sono bellissimi) e matura a inizio ottobre.

Le melagrane Wonderful

I frutti, di grande pezzatura (pesano oltre 4 etti), presentano una forma tondeggiante, con la corona piuttosto allungata.
Le melagrane di varietà Wonderful sono di colore rosso uniforme, piuttosto intenso, con la scorza di spessore medio.

Gli arilli interni, rosso rubino, hanno un sapore agrodolce. I semi, quasi inconsistenti, fanno sì che questa sia una delle varietà più apprezzate tra quelle dai frutti edibili.

Ottima sia fresca che spremuta

La melagrana Wonderful è perfetta sia da mangiare fresca che da spremere (ovviamente con lo spremitore iMelo) perchè ricca di succo. Per questi motivi spesso la proponiamo in vendita nel nostro portale. Il suo periodo di conservazione, in ambiente controllato, può durare anche 6 mesi.

La carne si sa, è molto veloce e facile da preparare, ma ogni tanto fa piacere realizzare secondi piatti un po' più ricercati, sia per variare l'alimentazione, sia perché pesci e frutti di mare - se fatti come si deve - sono davvero deliziosi.
Non solo, il pesce fa benissimo perché è ricco di:

  • acidi grassi insaturi (omega 3) in grado di ridurre i tassi di colesterolo nel sangue;
  • calcio che fa benissimo alle ossa;
  • fosforo, prezioso alleato della memoria
  • iodio, che contribuisce a mantenere sana la tiroide.

Sommando tutti questi benefici a quelli della melagrana non si può che trarre dalla tavola un mix di salute davvero prezioso.

Se ti piace dilettarti con nuove ricette ne abbiamo raccolto qui di seguito alcune davvero deliziose e originali. Ai fornelli!

  1. Merluzzo con salsa alla melagrana

  2. Gamberoni in agrodolce con melagrana e miele

  3. Triglie con cous cous alla melagrana

Tre ricette non ti bastano? Vai all'articolo sulle insalatone, dove potrai trovarne anche qualcuna con il pesce, da provare assolutamente quando vuoi rimanere più leggero senza rinunciare alla bontà!

Attendiamo che tu condivida con noi i tuoi esperimenti culinari più riusciti 😉 !

Vediamo oggi la preparazione di un antipasto che, all'occorrenza (aumentando le dosi 😉 ), può diventare anche un secondo, magari accompagnato da una semplice insalata.

Gamberoni con melagrana e miele: ingredienti per 4 persone

  • 16 gamberoni rossi
  • due cucchiai di miele di castagno
  • una melagrana
  • olio, sale e pepe q.b.

Gamberoni con melagrana e miele: preparazione

Per prima cosa togliere il budellino dei gamberoni, lasciando sia teste che code (sgusciandoli invece se si cucina per i pigri 😉 ), rosolarli in padella con 2 cucchiai d'olio per un paio di minuti. Toglierli dal fuoco ed eliminare il grasso di cottura.

Nel frattempo tagliare a metà la melagrana, ottenendo il succo di una parte con lo spremitore iMelo, sgranando invece l'altra metà con l'apposito sgranatore per melagrane.

Ultimare la cottura dei gamberoni nella padella per altri due minuti, dopo avervi aggiunto il miele e il succo di melagrana.

A questo punto regolare di sale e di pepe e impiattare i gamberi con gli arilli e, se volete, qualche foglia di insalata (a vostra scelta) a lato per aggiungere un tocco di colore in più. L'abbinamento agrodolce miele di castagno-succo di melagrana esalterà il gusto dei gamberoni e vi conquisterà! 🙂

Nella dieta mediterranea la pasta è uno dei capisaldi e siamo abituati a cucinarla in tutti i modi. Talvolta basta qualche piccola variazione nel condimento per creare piatti originali e gustosi.
La ricetta di oggi in più è anche facile!

Linguine scampi e melagrana: ingredienti per 4 persone

  • 300 g di linguine
  • 500 g di scampi
  • 100 g di chicchi di melagrana
  • 12 pomodorini pachino
  • un ciuffetto di rucola
  • brandy 40 g
  • 1 spicchio d'aglio
  • olio q.b.
  • sale q.b.
  • pepe nero q.b.

Linguine scampi e melagrana: preparazione

Per prima cosa sciacquare gli scampi sotto l'acqua corrente, sgusciarli e pulirli, togliendo loro l'intestino; tagliarli a tocchetti (tranne pochissimi, da lasciare interi e con la testa perché serviranno all'impiattamento) e rosolarli un paio di minuti in una padella aderente con un filo d'olio, l'aglio (precedentemente tolto non appena l'olio è diventato caldo) e i pomodorini (precedentemente lavati, asciugati tagliati a metà). Regolare di sale e di pepe e sfumarli infine col brandy.

Tagliare la rucolasgranare la melagrana e intanto cuocere la pasta in abbondante acqua salata. Scolarla al dente e unirla nella padella con gli scampi e i pomodorini, a cui va aggiunta una cucchiaiata d'acqua di cottura. Terminata la cottura della pasta aggiungere i chicchi di melagrana, tenendone da parte alcuni per la decorazione del piatto (insieme alla rucola e agli scampi lasciati da parte interi).

Gli ospiti saranno sicuramente soddisfatti!

Ricevi gratis l'ebook

Melagrana, che passione!

Tanti consigli, ricette e curiosità sul frutto della salute
Accetto la privacy policy

Acquista online il tuo benessere quotidiano!

Spremitore professionale, melagrane fresche, succhi e kit su misura per te.
VAI ALLO SHOP
Imelo
crossmenu
Siamo anche su Whatapp!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram