Come sgranare la melagrana? Ecco tre metodi!

metodi per sgranare la melagrana

Tante persone, sempre di fretta, un po’ pigre, oppure che non vogliono complicazioni derivanti da macchie, rinunciano a mangiare la melagrana. Questo è un peccato, perché è un frutto buonissimo, ma soprattutto perché fa bene alla salute (antiossidante, previene malattie, disturbi della menopausa, ecc.).

Per questo noi di iMelo, paladini del consumo di questo frutto, abbiamo selezionato alcuni metodi per sgranarlo in maniera facile e veloce.

Il primo metodo consiste nel dividere la melagrana a metà e poi picchiare con un cucchiaio o un mestolo dal lato della buccia sulle due parti (una alla volta), facendo cadere gli arilli dentro una bacinella. Se poi la si riempie d’acqua, le eventuali pellicine galleggeranno e sarà più facile eliminarle, ritrovandosi solo con la parte edibile da scolare.

Un secondo metodo consiste nell’eliminare, con l’ausilio di un coltello, le due calottine di buccia dal frutto, incidere in verticale la melagrana e poi, a mano, spaccarla in modo da ricavarne 4 spicchi. A questo punto sarà molto più facile estrarre a mano gli arilli.

Il terzo e ultimo metodo è quello che noi di iMelo consigliamo perché più veloce e “pulito” di tutti. Si divide a metà il frutto e lo si posiziona all’interno dell’apposito sgranatore. Si mette sopra alla metà il coperchio e poi si batte con un cucchiaio sopra di esso. Ripetere l’operazione con la seconda parte. Si otterranno così gli arilli, pronti da gustare, senza rischio di macchiarsi e senza fatica alcuna.

A voi la scelta del metodo, ma mi raccomando, non rinunciate a tutte le fantastiche proprietà del frutto della salute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.