Gentile cliente, le spedizioni dello shop sono sospese e riprenderanno regolarmente dal giorno 22 agosto.
Buone vacanze da iMelo!

Zone di coltivazione della melagrana

zone-di-coltivazione

Il melograno: dall’oriente alla conquista del mondo

Il melograno è una pianta orientale, “forestiera” per noi. Originaria dell’Asia Minore, si è diffusa nel bacino del Mediterraneo prima e in altre zone del mondo poi. Ormai è coltivata in vaste aree del mondo sia nelle varietà tradizionali che di nuova introduzione, con ottime opportunità di sviluppo soprattutto nei paesi che riescono ad abbinare in modo virtuoso clima idoneo e bassi costi di produzione.

Le popolazioni orientali, che amano le varietà più dolci di questo frutto, ne hanno creato un ampio mercato naturale in Algeria, Tunisia, Marocco ed Egitto, paesi che si sono perciò industriati nella coltivazione della pianta. In alcune regioni dell’India si coltivano varietà che, grazie ad opportune tecniche di defogliazione controllata, possono addirittura arrivare a produrre frutti in tre periodi differenti dell’anno.

In Israele la melagrana viene coltivata con tecniche moderne; proliferano le varietà autoctone come la Acco e, recentemente, sono stati creati ibridi per arrivare a produrre in due periodi, gennaio e giugno.

Ponte tra Europa e Asia, la Turchia è un paese tradizionalmente coltivatore di melograno. La più diffusa è la varietà agrodolce Hicaz, simile alla Wonderful anche per il colore, rosso acceso.

Il frutto della salute prende piede in Europa

In Europa la fa da padrona la Spagna, che è il principale produttore nonché esportatore del continente. Accanto alle varietà tradizionali, Mollar de Elche e Valenciana,  stanno prendendo piede Wonderful, Acco e Parfianka. Poichè gli spagnoli, come gli orientali, apprezzano le varietà più dolci, la varietà Wonderful viene destinata principalmente all’esportazione.

La vicinanza con la Spagna ha influito sulla diffusione della coltivazione del melograno in Portogallo, dove ormai sono sorte importanti realtà produttive di Acco e Wonderful. La parte meridionale del Portogallo, in particolare, grazie al clima mite, consente di raccogliere le varietà più precoci in anticipo rispetto al resto d’Europa, proprio come in Israele.

Zone di coltivazione della melagrana in Italia

In Italia è molto apprezzata la varietà Wonderful, agrodolce e col seme non duro, ma sono diffuse anche la Acco e la cultivar autoctona Dente di Cavallo.
Visto che la pianta per prosperare ha bisogno di inverni miti, estati calde, mentre al contrario soffre l’elevata piovosità estiva e l’umidità, come si può facilmente immaginare le sue zone d’elezione sono quelle centro-meridionali (sono varietà di origine siciliana il Selinunte e il Dolce di Sicilia), Puglia, Calabria, Lazio e Campania. Inaspetattamente però, negli ultimi anni – complici la consapevolezza di tutti i benefici per la salute apportati da questo straordinario frutto, la diffusione di spremitori pratici e funzionali e la destagionalizzazione del consumo – si sta diffondendo con successo anche in Toscana (dove vide la luce la Melagrana di Firenze), Marche, Emilia Romagna e Veneto. Prende piede man mano anche in Italia la coltivazione biologica.

La coltivazione di melograni Wonderful è diventata comune anche in Grecia, dove è ormai più diffusa persono delle cultivar locali, come la Hermione (più dolce).

Sempre più a ovest…

Spostandoci ancora più a ovest, la varietà Wonderful, più acidula, è la più apprezzata e coltivata negli Usa, in particolare in California, anche se hanno manifestato interesse verso tale pratica anche altri paesi tra cui Arizona, Florida e Georgia.

Per non tralasciare alcun continente, anche l’Australia è ormai terra di melagrane; vi si stanno vagliando infatti le diverse cultivar. L’interesse per il frutto della salute è tale che proprio in quest’isola nel 2021 si è tenuto il simposio internazionale dell’ISHS – International Society for Horticultural Science sul melograno.

Se vuoi assicurarti 365 giorni all’anno la scorta di questo frutto cosmopolita conta pure su iMelo!

4 pensieri su “Zone di coltivazione della melagrana

  1. avatar autore commento
    ANTONINO dice:

    ho diverse piante di melograno, varietà locali (agrigento) tipo dente di cavallo colore rosso chiaro e rosso bordeaux, e quasi tutte hanno il problema che spaccano prima della maturazione.
    Potreste cortesemente indicarmi il motivo ti tale inconveniente?
    grazie. Antonino

  2. avatar autore commento
    Ferdinando Cossio dice:

    L’ultimo simposio pomegranate ISHS non è stato in Australia, ma in SudAfrica, nel febbraio 2022. Il prossimo sarà in Italia in settembre 2025.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Siamo anche su Whatapp!