La melagrana è il frutto ideale in questo periodo perché l'inverno, ahimè, è tempo di influenze e di malanni di stagione; nel periodo più freddo dell'anno, quindi, è possibile sfruttarne al meglio le funzioni benefiche, rafforzando le difese immunitarie e migliorando la risposta dell'organismo contro gli agenti patogeni.

Un solo frutto contiene ben il 40% del fabbisogno giornaliero di vitamina C; due al giorno, assicurano gli esperti, sono un vero e proprio vaccino naturale; che li si mangi semplicemente o se ne sprema il succo, il risultato sarà comunque portentoso: tenere alla larga sgradevoli sintomi come raffreddore, mal di gola e mal di pancia.

La vitamina C è soltanto uno dei preziosi nutrienti contenuti nella melagrana; il potassio consente alle cellule di difendersi meglio dall'influenza; sono presenti inoltre le vitamina A, B e K, l'acido ellagico - prezioso nella lotta contro il cancro -, il fosforo, il ferro, magnesio, il manganese, lo zinco, il rame e i flavonoidi - antiossidanti molto efficaci.

La melagrana è ottima per alleviare e/o eliminare i postumi influenzali; stimola gli anticorpi a combattere infiammazioni varie, cistiti, spossatezza e malumore, disturbi che si acuiscono solitamente coi primi freddi. Funge da ricostituente e rivitalizzante sia dentro che fuori, in quanto il suo succo rende la pelle più giovane, tonica ed elastica, ma anche meno vulnerabile al freddo. Inoltre sono riconosciute le sue proprietà gastroprotettive.

Acquistando le melagrane su iMelo e spremendone il succo con lo spremitore (che ne mantiene inalterate le proprietà), si fa quindi un pieno di salute e di energia... senza trascurare il gusto!

 

 

 

Che le melagrane o il loro succo siano buoni è solo un piacevolissimo aspetto secondario: in prima battuta fanno benissimo alla salute!

Tra i vari studi sulle implicazioni positive della sua assunzione quotidiana un importante filone riguarda gli effetti antinfiammatori della melagrana e del succo che se ne estrae a freddo con gli appositi spremitori.

Tali benefici sono validi e misurabili sia in fase preventiva, sia come coadiuvante nella cura di infiammazioni a vari livelli, tra cui cardiovascolare ed intestinale (Lansky e Newman, 2007; Shukla et al., 2008; Larrosa et al., 2010; Lee et al., 2010).

Ma tali proprietà da dove derivano? In particolare dall'acido ellagico, dall'acido punicico e dalla punicalagina, elementi abbondanti nel frutto. Tomás e Barberán, nel 2010, hanno dimostrato come l'estratto dei semi pressati, in particolare, inibisca l'azione degli enzimi ciclossigenasi e lipossigenasi - a loro volta responsabili della trasformazione dell'acido arachidonico e del leucotrieni in prostaglandine, che portano ai processi infiammatori.

Romier e Crouzet hanno riscontrato come l'acido ellagico addirittura prevenga le infiammazioni.

De Nigris et al. (2007) ne hanno invece studiato gli effetti sui topi: su tali animali l'assunzione frequente del succo di melagrana ha come conseguenza una misurabile riduzione nell’esternarsi di elementi genetici portatori di infiammazioni cardiovascolari.

Col metodo dei 21 giorni possiamo giocare d'anticipo e iniziare, con una spremuta di melagrana al giorno, un'abitudine che darà già in pochissime settimane ottimi risultati!!!

Tra i molteplici vantaggi dell’assunzione quotidiana di succo di melagrana c’è il non trascurabile effetto di miglioramento della vita sessuale. I suoi estratti diminuiscono lo stress, migliorano l’umore e aumentano il desiderio sia nelle donne che negli uomini; nei confronti di questi ultimi agirebbero addirittura come "viagra naturale".

È quanto è stato dimostrato dallo studio scientifico effettuato su 53 pazienti con problemi di disfunzione erettile lieve o moderata da Forest, Padma-Nathan e Liker e pubblicato su PubMed. Divisi in due gruppi, gli uomini che hanno assunto per alcune settimane succo di melagrana hanno riscontrato un miglioramento dell’attività erettile, a sua volta derivante dall’aumento del flusso sanguigno, contrariamente al gruppo che aveva assunto solo una bevanda placebo.

Va nella stessa direzione il lavoro dei farmacologi di Ankara e di New Orleans, pubblicato sull’autorevole rivista Andrologia. I corpi cavernosi, prelevati da 16 uomini a cui era stata inserita una protesi peniena, a contatto con preparati a base di melagrana hanno mostrato un miorilassamento e un aumento di enzimi e sostanze (ossido nitrico sintetasi e cGMP) notevoli; entrambi questi fattori determinano una valida rigidità. Alla conclusione che il succo di melagrana possa essere un valido rimedio alla disfunzione erettile sono giunti anche altri articoli scientifici apparsi sul Journal of Urology e International Journal of Impotence Research.

Il succo di melagrana può essere assunto anche dai pazienti ipertesi, in quanto non va ad aumentare la pressione arteriosa. È quindi viagra naturale senza controindicazioni.

L’aumento del desiderio sessuale negli uomini è legato all’aumento del livello di testosterone. Lo studio condotto dai ricercatori della Queen Margaret University di Edimburgo su un campione composto da 58 volontari, ha mostrato come bevendo regolarmente succo di melagrana per un periodo di alcune settimane il livello di testosterone nel sangue aumenti di quasi il 30%.

L’acido ellagico in essa contenuto, diminuendo lo stresso ossidativo, è utile anche per migliorare la fertilità maschile, poiché determina un incremento della concentrazione di sperma nell’epididimo, una maggior mobilità e densità di cellule spermatogeniche e una riduzione dello sperma di cattiva qualità (Türk et al.)

L'ideale per chiunque voglia testare tali benefici è effettuare il ciclo dei 21 giorni iMelo acquistando il Kit Bar che comprende lo spremitore e 10 kg di frutti, tutto l'occorrente per spremere in casa facilmente le melagrane e beneficiare di un concentrato di salute per 3 settimane. La melagrana infatti fa bene anche al cuore, rallenta il processo di invecchiamento e previene malattie come diabete, colesterolo e tumori - il tutto scientificamente dimostrato.

 

 

Non esistono pozioni miracolose anti-invecchiamento, ma le proprietà antiossidanti del melograno ci vanno molto vicino.

Il suo frutto è ricco di flavonoidi, che aiutano l’organismo a prevenire l’invecchiamento precoce e a contrastare l’azione dei radicali liberi. Inoltre contribuisce a sviluppare le cellule cheratinociti della pelle, determinanti per la rigenerazione cellulare. Ciò grazie all’alta concentrazione di vitamina C, parte integrante della formazione del collagene, la cui degradazione conduce alla perdita di elasticità della pelle e, di conseguenza, alle rughe.

Diversi studiosi, tra cui Gil e García-Viguera, hanno sottolineato come le capacità antiossidanti del succo di melagrana siano dovute ai suoi composti in diverse percentuali: punicalagine (50% di questa attività), altri tannini idrolizzabili (33%) e acido ellagico (3%).

Alcuni scienziati del Politecnico Federale di Losanna hanno pubblicato sull’autorevole rivista Nature Medicine la loro importante scoperta: l’urolitina-A, che previene dall’invecchiamento le cellule muscolari, viene elaborata grazie all’intervento della flora batterica (probiota) dell’intestino umano sui composti presenti nel succo di melagrana. Il suo consumo quotidiano riattiverebbe dunque la mitofagia, distruggendo all’interno delle cellule muscolari i mitocondri danneggiati che, deteriorandosi con l’età, causano la perdita di forza dei muscoli. Patrick Aebischer, co-autore dello studio, ha dichiarato a proposito dell'urolitina-A: «È l’unica molecola conosciuta in grado di rilanciare questo processo, una sostanza completamente naturale i cui effetti sono potenti e misurabili».

Uno studio sui vermi cilindrici ha visto gli esemplari a cui veniva somministrata l’urolitina-A vivere il 45% in più rispetto agli altri.

Un altro esperimento, condotto studio sui topi anziani (di circa 2 anni), ha visto il gruppo a cui era stata somministrata una dieta ricca di urolitina-A correre il 42% in più dei topi “coetanei”, per via di uno straordinario recupero di forza e resistenza.

Guo et al. hanno testato i benefici del succo di melagrana sugli esseri umani, pubblicando poi i risultati in un articolo intitolato Pomegranate juice is potentially better than apple juice in improving antioxidant function in elderly subjects. I soggetti protagonisti del loro esperimento, tutti anziani sani, sono stati divisi in due gruppi; al primo è stato somministrato quotidianamente del succo di mela, al secondo di melagrana. Questi ultimi hanno registrato una capacità antiossidante nettamente migliore, per via dei polifenoli di cui questo frutto è ricco: antocianidine, tannini idrolizzati, acido ellagico e punicalagine.

La spremuta di melagrana dunque è ricca di antiossidanti e fitonutrienti che vanno ad interagire con le strutture genetiche, proteggendo il DNA. Lo ha confermato anche uno studio svolto dal laboratorio spagnolo ProbelteBio e riportato dal Daily Mail. I ricercatori spagnoli hanno somministrato un estratto del frutto - polpa, buccia e semi - a 60 volontari ogni giorno per un mese, confrontando i risultati sulla salute dei partecipanti rispetto ad un gruppo di controllo che aveva assunto solo un placebo. A fine periodo nei volontari è stata riscontrata una riduzione dei livelli di un marker chimico chiamato 8-oxo-DG con un test delle urine, una spia diagnostica associata al danno cellulare, che può compromettere l’attività cerebrale, muscolare, di fegato e reni. Il capo ricerca Sergio Streitenberger ha tratto le debite conclusioni: “Il consumo regolare di un estratto di melograno può rallentare il processo di ossidazione del Dna”.

 

Questo è il periodo in cui si presentano molti dei fastidi causati dalle allergie.
La melagrana può esserti di aiuto anche in questo caso, grazie all’elevato contenuto di sostanze che svolgono la funzione di antistaminico naturale.

Vediamo nello specifico le principali sostanze che è utile assumere in caso di allergie.

La vitamina C è considerata un vero e proprio antistaminico naturale. Oltre alla propria azione di antistaminico, la vitamina C aiuta altre funzioni dell'organismo, come contrastare i radicali liberi e nella sintesi del collagene.

La vitamina A è una potente vitamina capace di avere un ruolo antistaminico del tutto naturale per l'organismo. La mancanza di vitamina A può causare frequenti infezioni virali, pelle secca e screpolata in varie parti del corpo.

I Flavonoidi, con particolare riferimento alla quercitina, rappresentano degli antistaminici naturali che aiutano l'organismo a prevenire il rilascio di istamina e di altri composti che possono provocare infiammazioni ed allergie.

Come puoi vedere in questa pagina tutte queste sostanze sono presenti in grande quantità nella melagrana quindi non far mai mancare questo frutto nella tua cucina!

Ricevi gratis l'ebook

Melagrana, che passione!

Tanti consigli, ricette e curiosità sul frutto della salute
Accetto la privacy policy

Acquista online il tuo benessere quotidiano!

Spremitore professionale, melagrane fresche, succhi e kit su misura per te.
VAI ALLO SHOP
Imelo
crossmenu
Siamo anche su Whatapp!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram